GIA (Gemmological Institute of America) è un’istituzione non-profit di pubblica utilità, ed è fonte di ricerca, standard ed educazione sulle gemme e la gioielleria nel mondo.

Il certificato GIA garantisce l’autenticità del diamante escludendo la possibilità che sia falso o sintetico e contiene un’accurata valutazione delle 4C (colore, taglio, purezza e peso), della finitura, della simmetria e della fluorescenza.

Il laboratorio pratica l’iscrizione al laser del numero di certificato sulla pietra e non la sigilla.

Robert Shipley, imprenditore americano del gioiello, si dedicò a promuovere la professionalizzazione del settore attraverso l’educazione gemmologica, nel tentativo di recuperare la fiducia del pubblico nella figura del gioielliere.

La sua sete di conoscenza, la sua ricerca di professionalità e specializzazione e la sua convinzione che l’acquirente debba sapere cosa compra rimangono ancora oggi i punti centrali della missione portata avanti dal GIA.

Fondato da Shipley nel 1931 a Los Angeles, l’Istituto Gemmologico Americano ha ideato e introdotto nel 1953 l’odierno Sistema di Classificazione Internazionale, noto come le 4C, che è lo standard di valutazione delle qualità del diamante riconosciuto a livello globale. Nello stesso anno ha iniziato a rilasciare i certificati, diventando punto di riferimento per l’industria della gioielleria nel mondo.

Diamond store